venerdì 30 agosto 2013

Scelta la musica per il rito civile

E i preparativi continuano.
Scelta la musica per il rito civile , finalmente.
Musica per entrata dello sposo;
Entrata della sposa;
Il momento dello scambio degli anelli e in fine l'uscita dal comune.
Abbiamo deciso anche che il riso che verrà lanciato sarà sia bianco che color Tiffany (sperando di trovarlo).
E magari daremo anche qualche palloncino da lasciar volare in aria al momento del lancio del riso.

lunedì 26 agosto 2013

MATRIMONIO POSTICIPATO

 
E bene si. Abbiamo deciso di  posticipare le nozze poiché ci serve più tempo per
 i preparativi e soprattutto per trovare la location adatta.
La data è stata spostata al 6 Giugno che cade sempre di Venerdì.
Poi ripensandoci bene Aprile non è un bel mese poiché piove spesso e volentieri e quindi saremo stati con il dubbio fino all'ultimo se poterlo fare all'aperto o meno.
Abbiamo scelto il 6 Giugno poiché non volevamo rimandarlo di troppo tempo.
In più se lo avessimo rimandato di ancora un pochino rischiavamo che molti invitati non sarebbero stati presenti perché in vacanza o impegnati a guardare i mondiali.
Questo è quanto. Detto ciò speriamo di organizzare al meglio il matrimonio 
grazie a questi giorni in più di tempo.
 

sabato 24 agosto 2013

Prima camminata con la stampella. -1 giorno e si torna a casa

Questo è stato l'ultimo giorno di  permesso di Nadir.
Per l'occasione siamo saliti nelle sue Valli e abbiamo organizzato
 di andare a mangiare fuori con i nostri amici.
Grazie alla gentilezza della sua fisioterapista oggi ha potuto
fare la sua prima vera camminata con la stampella da solo (logicamente come
potrete immaginare io ero sempre dietro di lui pronta ad ogni evenienza).
video
Ci vorrà del tempo prima che ritorni a camminare come prima ,
ma direi che se la cava già abbastanza bene.
Il video poi parla da sé e si capisce dai suoi occhi quanto sia
felice di poter tornare a camminare.
Ora ho voluto fare un mini video per far vedere che sta molto bene
e si sta riprendendo abbastanza in fretta , ma avreste
dovuto vederlo oggi mentre camminava;
Certe volte dovevo fare dei passi lunghissimi per stargli dietro e molte
volte ho dovuto ricordargli di andare piano per evitare che inciampasse da qualche parte.
E manca poco a Lunedì .Finalmente tornerà a casa.
I primi periodi non sarà facile ma ce la faremo.
Ritorno a casa = Preparativi del matrimonio a Random.
Chi ci ferma più?
Colgo l'occasione per salutare e ringraziare tutte le persone che ci
sono state sempre a fianco in questo periodo e tutte quelle persone che pur non conoscendoci
ci hanno scritto messaggi bellissimi di incoraggiamento.
Grazie a tutti.
 

giovedì 22 agosto 2013

Coni portariso - Fai da te

Nuovo tutorial per poter personalizzare il proprio matrimonio in tutto e per tutto.
Perché spendere soldi per comprare i coni porta riso quando possiamo farli benissimo noi?
Basta del semplice materiale che potete comprare in cartoleria e il gioco è fatto.

Cosa occorre
- quadrati di carta pergamena, carta perlata, di riso... Qualcosa comunque che abbia un motivo che vi piaccia e stia bene con il tema del vostro matrimonio.
- nastrino in tinta (o altra decorazione, a seconda del tema e dei gusti)
- forbice e colla a caldo
DIY Butterfly Rice Tosser by Posh Paperie + Jackie Wonders  Read more - http://www.stylemepretty.com/2010/09/17/diy-butterfly-rice-tosser-by-posh-paperie-jackie-wonders/
Come si fa
 1) Scrivere a mano o stampare i nomi o le iniziali degli sposi (a piacere anche la data delle nozze) nell'angolo di ogni quadrato. La misura del quadrato può variare, questa misura 13x13 cm.
2) Arrotolare il quadrato su se stesso per formare il cono (un po' "sbilenco" in modo che la punta sia più chiusa possibile) e una volta modellata la carta e trovata la giusta inclinazione fermarla con una forcina per capelli.
3) Tagliare dal nastrino strisce da 23 cm circa e formare dei semplici fiocchetti.
4) A seconda del tipo di carta, per incollare il lato aperto si può usare una sottile striscia di colla a caldo ma anche della colla vinilica stesa con un pennellino o addiritturadella semplice Pritt, facendo attenzione a chiudere bene la punta.
5) Sempre con un pizzico di colla, fissare il nastrino o la decorazione scelta al centro o al lato del cono.
8 diy wrapping paper wedding decor ideas
E voilà...: semplici, economici e veloci da realizzare.
Inutile dire che vince sempre l'originalità sul fai da te.
Più sarete originali e più il vostro lavoro sarà d'effetto.
 
Un'altra variante molto carina è il conetto porta riso stile sacchettino.
Vi allego il tutorial del video.
 
Io ancora sto decidendo quale fare. .
Sono entrambe molto belli ma forse per praticità sceglierò i classici coni porta riso.
Fatemi sapere quali vi piacciono di più.

lunedì 19 agosto 2013

E siamo agli sgoccioli. Tra poco si torna a casa.

Siamo al 19 Agosto e mancano 7 giorni prima che Nadir esca dal centro di riabilitazione.
Dopo essere stato ricoverato dal 24 Maggio e aver cambiato 3 Ospedali diversi più il centro di riabilitazione direi che era anche ora.
Siamo praticamente agli sgoccioli.
Se guardo indietro nel tempo vedo tanti piccoli episodi misti tra gioia e dolore.
Momenti che non scorderò facilmente e forse non scorderò mai.
Sono momenti che spesso mi ritornano alla mente come dei flash.
Così dal nulla quando meno me lo aspetto.

Il momento più bello che ricordo?
 Ad essere sincera non ce ne solo uno ma tanti però il più significativo ed emozionante è stato quando Nadir ha riaperto gli occhi dopo 2 giorni di coma e quando era ancora intubato che gli parlavo mi rispondeva muovendo la testa.
Non potete capire la mia felicità.
Poi tutti gli altri momenti più belli sono ogni singolo momento in cui è riuscito ad avere dei miglioramenti riguardo  il braccio e la gamba.
La prima volta che è riuscito a muovere il braccio;
La prima volta che è riuscito ad aprire il palmo della mano;
La prima volta che è riuscito a piegare la gamba;
La prima volta che è riuscito ad alzarsi in piedi.
Tanti piccoli momenti che non scorderò mai.
Ah e la proposta di matrimonio inaspettata? Quella non è da dimenticare.
 

E il momento più brutto che ricordo?
Beh senz'altro il giorno in cui arrivai al Maria Vittoria per andare a trovarlo e non mi fecero entrare.
Ricordo tutto come se fosse successo ieri.
Secondo giorno di coma farmacologico.
Era appena iniziato l'orario di visita e io arrivata davanti alla porta della sala suonai per poter entrare.
Aspettai 10 minuti buoni poi uscì fuori un infermiera che disse che avrebbero ritardato a fare entrare per le visite. Passarono altri 15 minuti e nulla.
Riprovai a risuonare ma nessuno aprì.
Su la mia destra arrivò una donna con i capelli rossi, ricci e un camice lungo , bianco che trasportava una barella in acciaio vuota.
Suonò nella sala dove dovevo entrare anche io  e la fecero entrare subito.
Passarono altri 10 minuti e la signora riuscì con la barella...peccato che non era  più vuota.
Sopra la barella c'era un corpo coperto da un telo bianco.
Iniziai a sudare freddo e camminare avanti e indietro come una matta finche poi finalmente mi fecero entrare dopo 1 ora di attesa.
Quello è stato il momento più brutto che ricordo di questi mesi.
Ci sono episodi che non dimenticherò mai e che penso che mi
accompagneranno per il resto della mia vita.
Sono momenti belli ma anche brutti.
Ora come ora l'importante è che Nadir stia bene e che si impegni al massimo per tornare a camminare  e a muovere il braccio come prima.
Sarà lunga e non sarà facile ma con la costanza e l'aiuto delle persone che lo amano sono sicura che si rimetterà in fretta.
 
 
  

Cosa dice il galateo riguardo al matrimonio?

Vero o Falso?
Tanti pareri discordanti al riguardo! Ecco cosa ho trovato!
Vero
La sposa deve indossare sempre le calze.
Su questo il galateo è chiaro. Sembra una notizia allarmante, ma oggi è possibile scegliere calze molto velate, purchè siano chiare, che ci permettono di essere eleganti anche in estate. La sposa deve coprire i piedi con scarpe chiuse almeno in punta. Perfette le decolletè e i sandali Chanel che lasciano il tallone scoperto. Per chi invece vuole osare con qualcosa di meno formale, consigliamo alla sposa di mostrare il piede indossando dei sandali completamente aperti, solo se abbia un piade ben curato.

Le fedi devono essere acquistate dallo sposo.
Per tradizione spetta allo sposo acquistare le fedi che darà in custodia al suo testimone. Oltre la tradizione però è opportuno che gli sposi siano di comune accordo sul modello delle fedi e sul loro colore.

Gli indirizzi sulle buste di inviti e partecipazioni vanno scritte a mano.
Pessima notizia per chi ha molti invitati! La tradizione vuole una scritta manuale per sottolineare l’invito personale da parte degli sposi al singolo invitato, ma se la vostra calligrafia non è all’altezza del compito, potete rivolgervi ad un professionista della scrittura. L’inchiostro deve essere grigio o seppia.

L’abito da sposa può essere corto.
Sfatiamo un taboo! L’abito da sposa può arrivare al ginocchio, purchè sia bianco, beige o comunque di un colore delicatissimo. Si confida nel buon gusto della sposa a non esagerare nello sfoggio delle gambe.
Falso
Le invitate possono scegliere qualsiasi colore per il loro vestito.
Il nero ed il bianco sono colori assolutamente vietati. Meglio mise su tonalità pastello o in sfumature più decise come ocra, lilla, prugna o anche moka e blu. Se proprio non avere niente di alternativo ad un tubino nero, vivacizzatelo con accessori molto colorati.

Lo smoking indossato dallo sposo per le cerimonie serali.
Il galateo non prevede assolutamente lo smoking come abito per le nozze. Lo sposo deve vestirsi comunque di scuro e preferibilmente con il gilet. Il mezzo tight si indossa di giorno e, di norma, quando la sposa è in ”lungo”. Rigorosamente abbottonato e accompagnato da un fiore bianco all’occhiello. Per la sera è intramontabile il completo scuro, abbinato ad una camicia bianca, cravatta di seta color grigio perla o avorio e scarpe scure con i lacci.

Le fedi devono essere di oro giallo.
La scelta delle fedi, un tempo solo in oro giallo, oggi è più libera e dipende unicamente dal gusto degli sposi. È possibile scegliere oltre al tradizionale oro giallo e rosso, il più moderno oro bianco, ottenuto attraverso un processo detto di radiatura, ed il platino che è il più prezioso dei metalli.
La sposa indossa i guanti in chiesa.La sposa può avere un paio di guanti, di una lunghezza tale da coprire la mano e l’inizio del polso, ma non devono essere indossati. Contrariamente a quanto si pensa, sfilare il guanto in chiesa per indossare la fede nuziale non è visto di buon occhio dal galateo. Attenzione spose, per evitare di simulare nove settimane e mezzo davanti al sacerdote, i guanti indossateli dopo la cerimonia!

mercoledì 14 agosto 2013

Ansia da matrimonio

Sono giorni che vengo divorata totalmente dall'ansia pre matrimoniale.
La paura di non riuscire a organizzare tutto alla perfezione.
La paura di non trovare la location adatta.
La paura di non riuscire a fare tutto nei tempi prestabiliti.
Insomma praticamente un' incubo.
 
Avrei bisogno di Nadir per avere un' aiuto poiché sto organizzando tutto da sola
 ma finche non uscirà dalla clinica non se ne parla.
Mi sto scervellando ad organizzare tutto da sola dalle partecipazioni alla scelta delle
 bomboniere, allestimento tavoli, partecipazioni ecc...
Tutto molto emozionante ma allo stesso tempo faticoso da poter fare da sola.
Certo mancano 254 giorni al grande giorno ma vi assicuro che non sono pochi.
Avrei bisogno di un momento di riposo per staccare la spina al mio
cervello e rilassarlo anche solo per un giorno
. Sono mesi che corro come una matta avanti e in dietro ovunque tra ospedali vari, psicologo e tante altre cose che ora non sto a raccontarvi per non assillarvi con i miei problemi.
L'ansia da matrimonio è giusto che ci sia per carità ma di solito non dovrebbe manifestarsi pochi giorni prima del grande giorno o ancora meglio solo il giorno stesso?
Se inizio adesso che siamo solo ad Agosto non oso pensare ad Aprile come sarò ridotta ahahah.
Ma come fare per controllare l'ansia?
Ho letto poco fa che il matrimonio è uno stress scientificamente ammesso e collocato addirittura a livello 50 nell’autorevolissima Scala dello stress (da 0 a 100) di Holmes e Rahe, gli psichiatri inglesi che studiarono l’incidenza di un evento stressante sulla vita delle persone.
Sposarsi stressa perfino più di una gravidanza
Non l'avrei mai detto XD
Online si trovano vari esercizi anche per controllare l'ansia da pre matrimonio ma secondo me sono tutte cavolate o almeno penso proprio che con me non funzionerebbero.
Non mi resta che provare a rilassarmi con un po' di musica rilassante e un bel
bagno caldo e sfogarmi cucinando qualcosa per Nadir da portargli oggi.
 

lunedì 12 agosto 2013

Come scegliere le fedi nuziali?

fedi_5fedi_6

Argomento al quanto interessante direi e non da trascurare poiché si parla dell'anello che dovrete indossare per tutta la vita e simbolo del vostro amore.
Le fedi devono essere uguali o si possono comprare diverse l'una dall'altra?
Semplici o elaborate  con un bel diamante?
In commercio ne esistono a migliaia di modelli tra oro bianco, giallo e rosa.
Tinta unita o bi color?
C'è da dire che la scelta dell'anello deve rispecchiare in tutto e per tutto i gusti degli sposini.
Non esiste una regola che vi vieti di comprarle diverse l'una dall'altra.
In fondo è l'anello che dovrete portare al dito per tutta la vostra vita quindi
 vi dovrà anche piacere esteticamente.
Esistono diversi tipi in commercio di fedi nuziali, la più classica è la
 francesina in oro giallo un po' bombato .
Un alternativa a questa è sempre la francesina però in oro bianco con all'interno
 un diamante, molto bella ed elegante.
Un altro modello in commercio è la fede moderna in oro bianco o in platino.
 Questa può avere un piccolissimo diamante incastonato (di solito in quella di lei), possono essere inoltre a doppia fascia o dalla linea essenziale, in oro lucido o satinato. Una via di mezzo tra il classico e il moderno o tra il passato e futuro sono quelle fatte sia in oro giallo che in oro bianco, anche qui l'anello di lei può essere impreziosito con un piccolo diamante.
 
 
Ecco cosa dice il galateo riguardo alle fedi nuziali.
Di solito le fedi dovrebbero essere acquistate dallo sposo.
 In realtà è frequente che queste vengono regalate da uno dei familiari o dai testimoni.
Una volta acquistate dovete donarle a qualcuno di veramente fidato che avrà il compito di custodirle. Attenzione scegliete la persona più fidata al mondo ma soprattutto che non sia distratta.
 
Le immagini

domenica 11 agosto 2013

- 2 Settimane al grande giorno- L'uscita dalla clinica.

Altra domenica di permesso per tornare a casa.
E siamo a meno 15 giorni dal fatidico giorno in cui Nadir uscirà finalmente
dalla clinica Don Gnocchi.
Non potete immaginare quanto siamo felici entrambe.
Una intera estate passata per ospedali non lo auguro a nessuno. Nemmeno al mio peggior nemico.
Questa domenica è stata abbastanza tranquilla.
Parola d'ordine relax e cibo BUONO non come la sbobba che gli rifilano al centro di riabilitazione.
La mattina è iniziata prestissimo.
Sveglia alle 6.30 per poi partire di casa e andare a prendere Nadir al Don Gnocchi in taxi.
Arrivati a casa abbiamo fatto una bella colazione con le brioches prese al bar.
Poi come da prassi un bel bagno caldo e un po' di tempo per noi finalmente.
Dopo abbiamo iniziato a scegliere le fedi per il matrimonio e alla fine le abbiamo trovate.
Niente di più semplice.
La scelta alla fine è caduta su le classiche fedi in oro dal modello bombato.
All'interno ci faremo incidere i nostri nomi.
 Verso le 10 si è addormentato per via delle medicine che prende al mattino e all'ora
 di pranzo l'ho svegliato per mangiare.
Pranzetto composto da rollata di arrosto e purè e gelato alla frutta con banana tagliata a rondelle.
Dovevate vedere come era felice di mangiare qualcosa di buono e caldo fatto in casa.
Non potete immaginare la mia gioia a vederlo così soddisfatto.
Sono piccoli gesti che però contano molto in determinate situazioni.
Dopo il pranzo ci siamo guardati un bel film e poi di nuovo pisolino per lui.
Siamo poi usciti verso le 17.30 che sono passati due nostri amici sotto casa mia a prenderci e siamo andati a mangiare una fantastica granita siciliana.
Per tutti gli amanti della vera granita siciliana questo posto è il top.
Poi cena al Burger King e subito dopo  dritti al Don Gnocchi per le 20.00.
E un'altra settimana è passata finalmente.
Ora aspettiamo ferragosto che gli daranno un permesso speciale infrasettimanale per uscire e andremo a fare una mega grigliata a casa di amici su dalle sue parti.
Devo dire che Nadir sta facendo parecchi progressi.
Oggi camminando gli è partito il clone poche volte e il  braccio si sta riprendendo abbastanza.
Ci vuole tempo... Si sa che sono cose lunghe queste ma TUTTO PASSA.

venerdì 9 agosto 2013

Idee acconciature sposa

Nuovo post = Nuove idee
Rieccomi qui a darvi nuovi consigli sul matrimonio.
Oggi vi parlerò del discorso acconciatura sposa.
Barbie glitter graphics
Trovare un' acconciatura che ci piaccia e ci stia bene non è semplicissimo.
Online si trovano mille immagini dalle quali prendere spunto ma purtroppo come si fa a capire se staremmo bene con una determinata acconciatura senza provare?
So già la vostra riposta.
Basta avere la parrucchiera.
Ma avete idea di quanto vi viene a costare solo la prova?
Io per fortuna ho una mia amica che si è proposta di farmi i capelli quindi su quello risparmierò.
Ma visto che il nostro blog è stato creato anche per dare consigli utili ai futuri sposini eccomi con le mie genialate come al solito.
Per tutte le spose che hanno un budget ristretto e non hanno ancora idea di come acconciare i propri capelli, la soluzione è sempre la stessa...E la parola magica è... FAI DA TE.
In internet si trovano vari tutorial che spiegano come realizzare determinate acconciature.
Molte sono semplicissime e altre un po' meno ma con l'aiuto di una brava amica tutto è possibile.
Vi allego i video che a parere mio sono molto belli.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Spero riusciate a trovare delle buone idee per la vostra acconciatura.
Io sinceramente non so cosa abbia in mente la mia amica ma mi fido ciecamente di lei <3
Al prossimo post ;)

martedì 6 agosto 2013

E si inizia a camminare...

Nuove notizie anzi buone notizie.
Ci sono grossi miglioramenti per Nadir.
Sospiro di sollievo generale.
L'altra settimana ha provato a camminare con una stampella ma non era ancora pronto per
iniziare ad usarla.
Il clone alla gamba gli partiva come niente.
* Clone: movimento muscolare involontario ed anormale caratterizzato da rapide contrazioni e decontrazioni, la cui ripetizione nel tempo è chiamata clonia.

Questa mattina invece ci sono stati netti miglioramenti.
La fisioterapista ha provato a mettergli un tutore rigido fatto arrivare apposta per lui e i risultati
 sono stati eccellenti.
Riesce a fare i passi senza far partire il clone alla gamba e la fisioterapista dice che va molto meglio.
A giorni poi riproveranno con la stampella.
Questi sono i risultati del suo forte impegno che ci sta mettendo e direi che si sta impegnando al massimo poiché per il grosso sforzo ogni pomeriggio si addormenta per la stanchezza.
video
Speriamo che a giorni riesca a muoversi con la stampella.
Sarebbe veramente una gran cosa.
I giorni passano e alla sua dimissione mancano ben 20 giorni.
Non vedo l'ora che ritorni a casa.

lunedì 5 agosto 2013

Scelti i nomi dei tavoli

 
Finalmente abbiamo scelto i nomi da dare a i 12 tavoli del ricevimnto.
Non è stato per nulla semplice ma ce l'abbiamo fatta.
Cercavamo qualcosa di non troppo strano e complicato ma allo stesso tempo carino.
Associare un tableau de marriage per questi nomi sarà semplice
poiché potremmo farlo come più vogliamo.
 
Eccovi svelati i nomi dei nostri tavoli:
Amore _ Gli sposi
Orgoglio
Godimento
Umiltà
Piacere
Felicità
Nostalgia
Desiderio
Passione
Simpatia
Infatuazione
Allegria
A tutti gli altri nomi dei tavoli dobbiamo ancora associare le persone ma una vaga idea già di come predisporre gli invitati c'è.
E anche questa è fatta direi.
Giornata iniziata bene.
Nel prossimo post vi parlerò delle idee sul viaggio di nozze.

domenica 4 agosto 2013

L'addio al nubilato



Rieccomi qui dopo giorni che non ho aggiornato la pagina per vari problemi.
Vogliate scusarmi. Rimedio subito aprendo un' articolo che a molte ragazze piacerà senz'altro.
Oggi vi parlerò dell' addio al nubilato.
In questi giorni mi è capitato spesso di sentire dibattiti sul mio matrimonio e spesso le mie amiche mi chiedevano: " sai qual è la cosa più bella del matrimonio? L'addio al nubilato".
Mah sinceramente non mi elettrizza più di tanto come cosa ma se devo farla la farò.
Ma come si organizza l'addio al nubilato e chi lo organizza?
Principalmente la festa viene organizzata dalla testimone e le amiche della sposa che saranno invitate al matrimonio.
Cosa si fa a un' addio al nubilato?
Qui vigono le stesse regole per l'addio al celibato.
Bisogna tenere conto di cosa vorrebbe e non vorrebbe fare la sposa in primis e poi conoscere bene i gusti della sposa.
Per tutte coloro che sono in procinto di organizzare l'addio al nubilato di qualche amica allego alcune idee utilissime.
  • Una giornata in un centro benessere è la scelta giusta per la sposa che non si ferma mai, sempre in movimento e che non riesce a prendere del tempo per se stessa. Potrà finalmente rilassarsi e sicuramente sarà utile per essere radiosa il giorno del matrimonio. E poi, il gossip con le amiche è ancora meglio se in una vasca idromassaggio con una tisana bollente!
  • Ama viaggiare, il buon cibo e le culture degli altri paesi. Se la tua amica è così, allora organizza una serata in casa e chiama un cuoco che prepari una cenetta, magari a base di sushi, tutta per voi.
  • Champagne e una limousine, con tanto di autista che vi porta nei luoghi più in della città! Per le spose più chic!
  • Lista degli invitati_Meglio evitare l’effetto sorpresa, che può generare situazioni scomode, ma stendere una lista di chi vorreste invitare e sottoporle all’attenzione della sposa, che -in tutta libertà- potrà aiutarvi ad aggiungere dei nomi che vi sono sfuggiti… o depennare persone che preferirebbe non presenziassero.

  • Il posto perfetto_Non pensate di dover scalare mari e monti né organizzare party no stop a Las Vegas! Il divertimento è assicurato anche a pochi passi; basterà prendere in considerazione i gusti della sposa,  e prepararle una festa ad hoc.

  • Occhio al budget_Prime di prendere qualsiasi decisione, fare un planning delle spese in cui potreste incorrere, e consultate i partecipanti per verificare quanto sono disposti a spendere. Potrebbero esserci idee discordanti, ma una stima globale vi permetterà di aggiustare il budget in base alle tasche di ciascuno.
La cosa più importante è mettere al centro la sposa, sotto una luce positiva, perché si senta desiderosa di iniziare una nuova tappa della sua vita, con l’affetto e l’appoggio delle persone più care. Per questo, scherzi di dubbio potrebbero sembrare divertenti, ma rimarrebbero del tutto fuori luogo. 
Riguardo a questo tema vorrei consigliarvi un film.
LE AMICHE DELLA SPOSA. Film molto divertente.
Vi allego la recensione.
 

Una commedia matrimoniale che brilla sull'incandescenza del comico
                            * * * - -
Annie ha quarant'anni, un ex fidanzato, un'ex professione e una sola certezza: la sua amica Lillian. Inseparabili, Annie e Lillian hanno condiviso ogni giorno della loro vita e coltivato lo stesso sogno, sposarsi e realizzarsi nel matrimonio. Mentre Annie perde tempo e dignità nel letto di uno sciupafemmine ossessionato dal sesso orale, Lillian riceve un anello e una proposta di matrimonio. Oltremodo felice chiede a Annie di essere la sua damigella d'onore e di accompagnarla verso l'altare e dentro l'avventura più bella della vita. Annie accetta con entusiasmo di organizzare il matrimonio dell'amica ma dovrà fare i conti con Helen, ricca e viziata signora che aspira al suo posto nel cuore di Lillian, e le sue tre strampalate amiche. Al verde, depressa e ostacolata da Helen, Annie proverà a 'resistere' con l'aiuto di un agente di polizia, innamorato e determinato ad accenderle cuore e fanalino di coda.
Non è la priorità matrimoniale, che disciplina da sempre le commedie sentimentali, a muovere Le amiche della sposa, quanto l'ansia da prestazione della protagonista, una damigella d'onore impegnata in una performance scatenata, a cui dà volto e corpo (comico) Kristen Wiig. È lei, insieme all'interpretazione di Rose Byrne e alla produzione di Judd Apatow, il motore di una commedia che corregge lo spirito romance a colpi di demenziale. Dimenticate allora le atmosfere calde e sentimentali della Ephron o ancora il glamour fiabesco di Bride Wars (La mia migliore nemica) o di Made of Honor (Un amore di testimone), perché Paul Feig riesce là dove hanno fallito i Farrelly con Libera uscita: contaminare e intonare la romantic comedy con virtuosi tocchi di demenza. Nello splendente e ben conosciuto corredo della commedia matrimoniale, il regista americano introduce una scheggia di contemporaneo disagio, declinato al femminile e 'indossato' con mesta clowneria dalla Wiig, che ha debuttato al cinema nel grande successo commerciale di Apatow Molto incinta. Quello che conduce la protagonista quarantenne a compiere gesti assurdi e certamente sovradimensionati sembra, più che l'accanimento amicale, la sensazione che la sua vita le sfugga e vada altrove, verso direzioni e chine impreviste, oltre la rassicurante tutela delle norme sentimentali e sociali, evidentemente incarnate dall'agente Rhodes di Chris O'Dowd contro l'anarchia bulimica dell'amante charmant e narciso di Jon Hamm. La coppia romantica di questa commedia non è di fatto la coppia romantica a un passo dal matrimonio e dall'altare ma quella formata da Annie e il poliziotto della stradale che non ha cuore di multarla ma solo di amarla. Eppure accanto al pronunciamento romantico di nobile pedigree, Feig, armato di sei attrici ispirate,'balorde' e sfrenate, infila l'incandescenza del comico, rigettando qualsivoglia negoziazione e imbrattando di escrementi l'abito sacro della sposa, accasciata nel traffico come una meringa sgonfiata. Le sue damigelle, piene di orgoglio e altrettanta meraviglia fecale, ribadiranno la 'maniera', esprimendo la loro solidarietà nei bagni di un prestigioso atelier e dentro i loro abiti da cerimonia. La dimensione corporale e scatologica imbocca la via per l'altare incrinando (per sempre) la glassata piacevolezza delle torte nuziali e le patine ideologiche di tante commedie matrimoniali.